Opera Comuni d’Italia, 30 voll., 10.388 pagg., ISBN 88-87983-00-5

Commenti disabilitati su Opera Comuni d’Italia, 30 voll., 10.388 pagg., ISBN 88-87983-00-5

Il progetto editoriale

Investire, vendere, viaggiare, intrattenere relazioni, studiare e recuperare la memoria storica, ricercare: in Italia. Significa conoscere l’Italia. E chi conosca, poniamo, tutte le città e cittadine con più di 50.000 abitanti e perfino i 12 capoluoghi di provincia con popolazione ancora inferiore certamente crederà di avere una visione quasi completa del Paese. E invece no: conoscerà meno di un terzo della popolazione italiana e addirittura meno del 2% dei Comuni. Quasi altri ottomila comuni, con una popolazione di poco inferiore ai 40 milioni di abitanti, con migliaia di biblioteche, scuole, farmacie, negozi, campi sportivi e altri impianti sportivi, sindaci, assessori, impiegati, professionisti, lavoratori, pensionati, studenti e con almeno 60 milioni di stanze, migliaia di chilometri di strade, migliaia di infrastrutture, costituiscono come un altro stato, su cui si è solitamente poco informati e documentati se non con troppo sommaria approssimazione.

“Comuni d’Italia” penetra in questo immenso buco nero con un’opera assolutamente unica, in cui a ciascun comune, nessuno escluso, è dedicata una scheda di una pagina. Il più piccolo paese è sottoposto allo stesso esame applicato alla più grande città: con lo stesso spazio, con le stesse analisi, con la stessa griglia redazionale, realizzando, così, uno studio monumentale con cui nessuno finora si era mai cimentato. A ciascuna provincia è dedicata una scheda di almeno due pagine, a ciascuna regione una scheda ancora più ampia. Complessivamente, l’Opera risponde a oltre tre milioni di quesiti, con corredo di oltre 16.000 tabelle, oltre 9.000 cartine geografiche e tematiche, piante stradali, corografie e circa 33.000 grafici e fotografie. Si tratta di un’analisi comparata di tutte le realtà locali italiane, suffragata da dati ufficiali raccolti dalle fonti più autorevoli (Istat, Enit, Anci, Siae, Telecom, Pubblico Registro Automobilistico,Servizio Meteorologico dell’Aeronautica, Istituto Geografico Militare, Istituto Nazionale di Geofisica, Ministeri vari,Camere di Commercio, Regioni, Province, Comuni ecc.) e presentata col linguaggio chiaro e scorrevole del più fluido stile giornalistico, senza nulla togliere alla puntualità e al rigore di un’opera di dichiarato ed evidente valore scientifico.

In calce a ciascuna regione si trovano pagine (circa il 4%) di approfondimento tematico, in cui sono esaminate migliaia di voci più significative, riguardanti fatti, personaggi, opere, peculiarità. I volumi relativi a cinque regioni sono addirittura arricchiti da altrettante brevi monografie, in cui sono aperte finestre su alcune tappe fondamentali dell’evoluzione dei popoli che hanno abitato la penisola italiana: dai “Sassi” di Matera ai Sanniti e quindi, continuando verso il Nord e verso l’epoca contemporanea, il francescanesimo, il ruolo del Piemonte nell’unificazione dell’Italia, la definizione dei confini a Nord-Est dopo la seconda guerra mondiale.

Il tutto è raccolto in 30 grandi volumi decisamente prestigiosi ma di sicura sobrietà, con una media di 350 pagine cad., formato cm 21×27. Due di essi costituiscono supporto per tutti gli altri.

Il primo, “Guida alla consultazione”, contiene l’elenco alfabetico delle località italiane, con l’indicazione di comune, provincia e regione di appartenenza, in modo da poterne ricercare la relativa trattazione nel volume in cui essa è riportata; il rimanente spazio è occupato, oltre che da informazioni tipicamente strumentali, da: una presentazione dell’Italia in quanto Stato e una presentazione dell’Unione Europea, con particolare riguardo agli omologhi del Comune italiano.

Il secondo volume, dedicato alla cartografia, contiene, tra l’altro, una rappresentazione dell’Italia, suddivisa in quadri parziali.

Fonti

Pubblicazioni, studi, indagini, ricerche, documenti di: Istituto Nazionale di Statistica, Istituto Nazionale di Geofisica,Istituto Geografico Militare, Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, Pubblico Registro Automobilistico, Ente Nazionale Italiano per il Turismo, Dipartimento del Servizio Tecnico Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministeri vari e loro strutture periferiche, Archivio Centrale dello Stato (in particolare si ringraziano Giovanna Arcangeli e Gabriella Vallone della Sezione Consulta araldica e Ufficio araldico), Servizio Meteorologico dell’Aeronautica, Comando generale dell’Arma dei carabinieri, Automobile Club d’Italia, Associazione Nazionale Comuni d’Italia, Società Italiana degli Autori ed Editori, istituzioni ed enti di culto, Associazioni degli industriali, altre associazioni di categoria, sindacati, fondazioni, Rai, Telecom Italia, banche, società private, università, Camere di Commercio, Consorzi industriali, altri consorzi, Comunità montane, Aziende e Uffici turistici, Aziende Unità Sanitarie Locali, Regione, Province, Comuni.

comuni-ditalia